Seguici    
 
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

VIIPURI. IL CONFINE CONTESO

Viipuri, la “città perduta”. Le testimonianze raccolte in questa unità didattica narrano di una città in balìa di vari domini (finlandese, russo e svedese), di una città “confusa” e “silenziosa”.
Viipuri è ubicata nel territorio della Carelia russa, a 30 chilometri dal confine con la Finlandia. Grazie alla sua posizione geografica, a cavallo tra l’oriente e l’occidente, è diventata ben presto un importante crocevia di scambi commerciali, ma è diventata anche teatro di numerose battaglie. I suoi confini sono delimitati dalla costruzione di un castello, il quale serviva a difendere la città dai nemici provenienti dal versante orientale.
Con l’attacco dell’esercito sovietico, nel 1939, alla Finlandia, gli abitanti di Viipuri furono costretti a scappare verso altre zone limitrofe.
Solo nel 1943 le tante famiglie sfollate fecero ritorno, ma solo un anno dopo ci fu un nuovo sfollamento. Si calcolano circa 20.000 persone sfollate, un numero davvero impressionante.
Le tante voci ascoltate raccontano del desiderio, fortissimo, di ritornare a Viipuri.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo