Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

Viaggio nell`Italia del Giro. Gemona del Friuli - Trieste

L’ultima tappa del nostro viaggio parte da Gemona. Una terra che conserva ancora viva la memoria del terremoto che nel 1976 sconvolse l’intero Friuli – Venezia Giulia.

 

Passando per Cividale, Edoardo Camurri visita il Tempio che fonde l’energia dei barbari con l’eleganza dell’antico Oriente: il Tempietto Longobardo, monumento di grande prestigio in virtù dell’eccezionalità delle opere d’arte in esso custodite. Il prof. Attilio Vuga, ex sindaco di Cividale, ci racconta l'affascinante storia di questo vero e proprio patrimonio artistico.

 

Poi attraversiamo gli scenari più suggestivi, che furono teatro della Grande Guerra. I fiumi delle battaglie (il Piave e l'Isonzo), il sacrario dei vincitori a Redipuglia, fino ad arrivare ai porti sul mare e dentro Trieste. Città franca, frontiera irredenta e patria di straordinari progetti di liberazione, come quello dalla schiavitù della malattia mentale e da ogni forma di carcere.

 

Camurri incontra a Trieste lo scrittore Paolo Rumiz, che ci spiega come dietro all'austerità asburgica sia la promiscuità da confine il vero plasmatore d'identità.

 

Infine, con lo psichiatra Peppe Dell'Acqua parliamo del ruolo fondamentale che Trieste ha avuto nel campo della lotta alle malattie mentali. L'artefice di tutto questo fu il prof. Franco Basaglia, riformatore della disciplina psichiatrica in Italia. Con la legge del 1978, che porta il suo nome, venne introdotta un'importante revisione ordinamentale degli ospedali psichiatrici italiani e promosse notevoli trasformazioni nei trattamenti sul territorio.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo