Via Poma: un omicidio avvolto nel mistero

Accadde oggi - 07/08/1990

Il corpo senza vita della ventenne Simonetta Cesaroni, trafitto da 29 coltellate, viene rinvenuto nell’ufficio dove, al civico 2 di via Poma. Un omicidio che ancora oggi non irrisolto e, segnato per anni da gravi errori che ne hanno compromesso le indagini. Tra gli indagati, poi definitivamente scagionati, il portiere dello stabile Pietrino Vanacore, e Federico Valle, figlio di un architetto con lo studio in Via Poma.  Nell’aprile 2009, una nuova indagine sul delitto si conclude con la richiesta di rinvio a giudizio per Raniero Busco, allora fidanzato di Simonetta, accusato di omicidio volontario aggravato.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo