Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 
Accadde oggi - 09/03/1883

Saba lo scrittore incline alla psicoanalisi

Nasce a Trieste Umberto Saba, pseudonimo di Umberto Poli. Nel 1911, pubblica il suo primo libro “Poesie”. Di carattere introverso e incline alla depressione, Saba ha una vita segnata da crisi esistenziali. Nel 1929, si sottopone a terapia psicoanalitica con Edoardo Weiss, allievo di Freud, che ha in cura anche Italo Svevo. La psicanalisi influenzerà notevolmente la sua poetica. Ebreo, durante la Seconda Guerra Mondiale è costretto a nascondersi con la moglie e la figlia Linuccia per sfuggire alla persecuzione razziale e alla deportazione, riuscendo tuttavia a far pubblicare, a Lugano, la raccolta “Ultime cose”, che, nel 1945, entra a far parte dell’edizione definitiva de “Il Canzoniere”, l’opera che comprende tutta la sua produzione poetica. Muore a Gorizia nel 1957.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo