Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 
Accadde oggi - 18/03/1914

Luisa Ferida l`attrice fucilata dai partigiani

Nasce a Castel San Pietro Terme, vicino Bologna, Luigia Manfrini Farné, più nota come Luisa Ferida. La Ferida è una delle attrice più rappresentative del Ventennio Fascista. Esordisce nel 1935 con “Freccia d’oro”, ma arriva al grande successo di pubblico con “Un’avventura di Salvator Rosa”, per la regia di Alessandro Blasetti. Sul set del film, la Ferida conosce Osvaldo Valenti, anche lui attore, anche lui legato a doppio filo a Mussolini e al regime. Nel 1944, durante la Repubblica Sociale Italiana, Ferida e Valenti sono fra i pochi divi del cinema ad accettare di lasciare Cinecittà per il Cinevillaggio che il Duce ha costruito a Venezia. Nel 1945, i partigiani catturano i due attori e li processano per collaborazionismo. Il 30 Aprile, a 31 anni, la Ferida viene fucilata, insieme al suo compagno.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo