Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

L`Italia della Repubblica - La rinascita

Il dopoguerra, i problemi economici e la ricostruzione. Sono i temi al centro della puntata della serie “L’Italia della Repubblica”, di Giancarlo Di Giovine,

con l’introduzione di Paolo Mieli, in onda venerdì 13 maggio alle 21.30 su Rai Storia. Ospite in studio l’ingegner Francesco Merloni, intervistato da Michele Astori, spiega come avviene il rilancio dell’economia italiana del primo dopoguerra.

Nel 1945 il Paese si trova in condizioni gravissime, con 3.000 miliardi di danni subiti a causa della guerra. Gran parte degli stabilimenti industriali si salvano, ma la produzione del 1945 crolla del 29% rispetto al 1938. Ingenti i danni al sistema dei trasporti.

Oltre un milione e mezzo i disoccupati. Mancano le materie prime e la gente soffre la fame. Ci sono gli aiuti americani, ma si tratta di avviare un organico piano di riorganizzazione dell’economia capace di ripristinare i livelli produttivi del 1938.

Un compito difficile soprattutto in un clima dominato da forti tensioni sociali. Sono anni difficili caratterizzati da una grande vitalità, da un profondo desiderio di riprendere una vita normale dopo gli orrori della guerra.  Nel 1950 la bilancia commerciale presenta per la prima volta, dopo la guerra, un saldo positivo.

Dopo la ricostruzione ha inizio la fase di sviluppo.

La puntata è arricchita dagli interventi degli storici Piero Craveri e Giuseppe Berta, e del giornalista Pierluigi Battista.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo