Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

La strage di Piazza Fontana. Valpreda il mostro in prima pagina

A poche ore dalla strage di Piazza Fontana che il 12 dicembre 1969  provoca 13 morti e 90 feriti, il questore di Milano, Marcello Guida, dichiara che le indagini per scoprire i colpevoli si muovono a 360 gradi. Ma non è così. Da subito gli investigatori seguono una direzione precisa. È la cosiddetta pista anarchica, che porta al fermo di Giuseppe Pinelli, che muore tre giorni dopo precipitando da una finestra della questura di Milano, e all’arresto di un altro anarchico: Pietro Valpreda, di professione ballerino. Una vicenda ripercorsa dal professor Giovanni De Luna con Michela Ponzani a “Il Tempo e la Storia”. Inchiodato dalla dubbia testimonianza di un tassista milanese, Valpreda viene sbattuto in prima pagina come il mostro di Piazza Fontana. È l’inizio di un’odissea drammatica che si concluderà solo nel 1987 con la sentenza della Cassazione che lo proscioglierà in via definitiva dall’accusa di strage.

LIBRO: Giorgio Boatti, Piazza Fontana, Einaudi, 2009
LUOGO: Piazza Fontana
FILM: Romanzo di una strage, Marco Tullio Giordana, 2012

La strage di Piazza Fontana. Valpreda il mostro in prima pagina
con Giovanni De Luna
di Roberto Fagiolo

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo