LA PORTA DI BRANDEBURGO

Alta ventisei metri e formata da dodici colonne doriche, la Porta di Brandeburgo costituisce uno dei monumenti più conosciuti e rappresentativi della storia tedesca.
Finita di costruire nel 1791, con la sua foggia architettonica di chiara ispirazione greca, segna l’inizio del periodo neoclassico tedesco. La quadriga che campeggia sulla sua sommità fu trafugata a Parigi da Napoleone e rientrata a Berlino solo nel 1814. Nel periodo nazista la Porta diviene icona della superpotenza della Germania hitleriana. Risparmiata quasi interamente dalla devastazione bellica, fu chiusa con la costruzione del muro di Berlino.
Nel 1989, con la riunificazione delle due Germanie, venne ufficialmente riaperta, assurgendo a simbolo universale della libertà dei popoli e dell`unione.
L’unità audiovisiva raccoglie le testimonianze di chi ha vissuto personalmente lo storico momento.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo