Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

L’assassinio di Enrico IV

Parigi. 14 maggio 1610. È l’ultimo giorno di vita di Re Enrico IV, che tutti ricordano per la strage degli Ugonotti, l’editto di Nantes, e la frase rimasta nella storia “Parigi val bene una messa”. Un personaggio raccontato nel nuovo appuntamento con “a.C.d.C.”, con il professor Alessandro Barbero, su Rai Storia.

La docufiction racconta il momento finale della parabola di Re Enrico IV di Borbone, assassinato da una fanatico cattolico, di nome Ravaillac, influenzato dagli infuocati sermoni dell’epoca. Quel giorno il sovrano di Francia sembra avere un solo cruccio. Raggiungere la sua amata e convincerla a non lasciarlo. È per questo che abbandona Parigi e le molte incombenze, senza scorta, a discapito del pericolo che lo circonda, dato l’odio montato dai radicalisti religiosi nei suoi confronti. Pagherà la sua scelta passionale con la morte.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo