Seguici    
 
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

ITALIA ANNI SESSANTA: LA CRISI DEL CENTROSINISTRA. IL CONTESTO POLITICO

L’audiovisivo proposto in questa unità ripercorre la politica italiana nel biennio 1963-1964. Si tratta di anni attraversati dai tentativi di riforme del centrosinistra, ma soprattutto dagli ostacoli e dalle resistenze incontrate dalla nuova coalizione governativa.
L`unità si apre col documentario ICOM sulle elezioni dell`aprile 1963. La vigilia elettorale è vissuta con apprensione tanto dalla DC quanto dal PSI, che deve far fronte alla diffidenza dei movimenti sindacali e dei comunisti. L’esito della consultazione farà registrare alla DC una perdita del quattro per cento a favore dei liberali, mentre a sinistra cresce il PCI.
I socialisti entrano direttamente nella compagine governativa il 1° dicembre 1963, quando, dopo un esecutivo monocolore DC, si insedia il governo formato da Aldo Moro. Il programma di riforme del centrosinistra, rimasto incompiuto, viene rilanciato, ma la coalizione sembra aver perso il vigore iniziale e soprattutto deve fare i conti con la crisi economica in cui versa il paese dopo anni di boom, facendo temere il blocco dei salari. In poco tempo si verifica una crisi di governo drammatica, testimoniata nell’audiovisivo da una ricostruzione del tentativo di colpo di stato – piano “Solo” - posto in atto dal generale De Lorenzo nel 1964.
L’unità comprende delle interviste ad alcuni protagonisti di quegli anni: politici italiani come Lombardi e Chiaromonte, politici stranieri, come Schlesinger, allora consigliere di Kennedy, e giornalisti come Scalfari sono chiamati ad esprimere il loro parere sull’esperienza di quel governo e sul caso SIFAR.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo