Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

I 35 giorni della FIAT

A Torino il 14 ottobre 1980 un corteo di 40 mila persone sfila per le vie della città mentre è in corso una vertenza sindacale alla Fiat.

Non sono operai, bensì dirigenti e quadri dell'azienda automobilistica, un fatto mai accaduto prima.

Trentacinque giorni prima, il 10 settembre, nel capoluogo piemontese era iniziato uno scontro durissimo tra gli operai e la Fiat, che voleva licenziare 14 mila lavoratori.

Trentacinque giorni di scioperi, manifestazioni, assemblee e picchetti ai cancelli per impedire l’accesso.

Trentacinque giorni senza stipendio. Così, stanchi ed esasperati, i 40mila sfilano in un corteo silenzioso chiedendo il ritorno alla normalità.

Una prova di forza che cambierà per sempre le relazioni tra imprese e classe operaia; quei trentacinque giorni saranno anche la conclusione di una parabola di conquiste operaie iniziate undici anni prima, nel 1969, con il cosiddetto autunno caldo.
 
Con l'aiuto dello storico Giovanni De Luna, questa puntata ripercorre le manifestazioni di quei giorni e le figure chiave di quella vertenza, a partire da Cesare Romiti, appena diventato Amministratore delegato della Fiat, e Luigi Arisio, Presidente del comitato quadri e capi intermedi della Fiat, leader della marcia dei “colletti bianchi”.
 
 
Il tempo e la storia: I 35 giorni della FIAT
di Massimo Gamba
con Giovanni De Luna

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo