Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Filippo Maria Battaglia, Paolo Volterra: bisogna saper perdere

 Filippo Maria Battaglia, Paolo Volterra: bisogna saper perdere

I politici italiani non riescono ad accettare un esito infausto delle loro battaglie: partendo da questa constatazione Filippo Maria Battaglia e Paolo Volterra, entrambi giornalisti di Sky Tg24, costruiscono un agile e documentato volume sulle sconfitte elettorali e sui loro risvolti psicologici sugli artefici di quelle sconfitte. L’analisi si basa sulle dichiarazioni degli interessati, ora apocalittiche (come l’evocazione di un possibile colpo di stato da parte di Ferruccio Parri) ora tautologiche (“perdere può anche voler dire non vincere al momento giusto” Ciriaco De Mita) ora altisonanti  (“stasera qualcosa è finito” Romano Prodi).  Osservano Battaglia e Volterra che negli Stati Uniti, e in Germania, Spagna e Gran Bretagna chi perde si ritira e spesso non riveste più cariche pubbliche. Da noi invece i capi di stato e di governo sono sempre gli stessi, a rotazione. Ogni capitolo del libro è corredato da una bibliografia così completa da includere anche materiali video. Una curiosità: il capitolo su Silvio Berlusconi, a differenza degli altri, è composto da un lungo monologo costruito estrapolando sue dichiarazioni da discorsi fatti in tempi diversi.  

 

 

Filippo Maria Battaglia (Palermo, 1984), giornalista di «Sky TG24», vive a Milano. Ha scritto tra l'altro per le pagine culturali di «Panorama», «Il Foglio», «Il Giornale», e del dorso siciliano di «Repubblica». Con Bollati Boringhieri ha pubblicato:Lei non sa chi ero io! La nascita della Casta in Italia (2014) e Stai zitta e va' in cucina. Breve storia del maschilismo in politica da Togliatti a Grillo (2015). È inoltre autore di A sua insaputa. Autobiografia non autorizzata della Seconda Repubblica (con A. Giuffrè, 2013), I sommersi e i dannati. La scrittura dispersa e dimenticata nel '900 italiano (2013). Ha curato diverse antologie giornalistiche, tra cui Scusi, lei si sente italiano? (con Paolo Di Paolo, 2010) e Professione reporter. Il giornalismo d'inchiesta nell’Italia del dopoguerra (con B. Benvenuto, 2008).

 

 Paolo Volterra (Roma, 1966), è capo della redazione politica di «Sky TG24», dove lavora dal 2003. È autore con Max Giannantoni di L'operazione criminale che ha terrorizzato l'Italia. Storia della Falange Armata (2014) e del reportage storico televisivo I giorni di Mani Pulite (2015). Ha studiato Storia e Giornalismo. 

Tags

Condividi questo articolo