Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Fascisti e antifascisti: La Spagna nella guerra civile

Il filmato ripercorre le fasi salienti della disastrosa guerra civile di Spagna, dal suo dirompere con la reazione della cosiddetta “falange” di destra alla vittoria del Fronte Popolare delle libere elezioni nel 1936, all’avvento del regime di Francisco Franco e alla partecipazione dell’Italia fascista alla guerra in appoggio ai franchisti.
Francisco Franco Bahamonde (Ferrol, 1892 – Madrid, 1975) cominciò la sua brillante carriera militare a soli vent’anni, quando, uscito dall’accademia militare di Toledo, si unì all’esercito spagnolo d’Africa, nell’ambito del quale ebbe modo di farsi notare per il valore militare. Nel 1935, il governo di José Maria Gil-Robles gli diede l’incarico di direzione dello Stato Maggiore. Con il trionfo elettorale del Fronte Popolare, il governo presieduto da Manuel Azaña lo destinò al comando generale delle postazioni militari delle Canarie. Da qui partecipò all’insurrezione militare contro il governo repubblicano del 17 luglio 1936 in Marocco, dando inizio alla guerra civile spagnola. Nel settembre dello stesso anno divenne “Generalissimo delle forze militari ribelli e capo del governo”, inaugurando la lunghissima dittatura che avrebbe caratterizzato la storia della Spagna fino alla sua morte, avvenuta nel 1975.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo