FASCISMO: 1943, LA SEDUTA DEL GRAN CONSIGLIO

Dopo l`incontro Mussolini con Hitler a Feltre (19 luglio `43), imposto dal rapido precipitare degli eventi, al Re diviene chiaro che il principale ostacolo alla pace è rappresentato proprio dal Duce. Mentre si muovono gli ambienti militari su iniziativa di Vittorio Emanuele III, i più alti esponenti del regime inducono Mussolini a convocare per il pomeriggio del 24 luglio il Gran Consiglio del Fascismo. Era dal 1939 che non veniva convocata la piu` alta assise del regime. Dopo sette ore di duri scontri, alle 2 di mattina del 25 luglio Mussolini mette ai voti l`ordine del giorno di Dino Grandi.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo