Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

Convegno: Intorno a Giotto nel suo Mugello, a 750 anni dalla nascita

“INTORNO A GIOTTO NEL SUO MUGELLO
A 750 ANNI DALLA NASCITA”

Approfondimenti critici e nuove ipotesi

Pittore rivoluzionario  che introduce per primo il paesaggio antropomorfizzato, Giotto stravolge i canoni estetici della precedente pittura bizantina: i suoi personaggi sono più umani, più legati alla realtà terrena, e anche i paesaggi sono inseriti in un nuovo spazio narrativo.
Il Consorzio Mugello Mediceo,  per scoprire quanto l' innovazione pittorica dell'artista sia stata influenzata dai luoghi che lo hanno visto crescere, e per celebrare i 750 anni della sua nascita, ha organizzato un convegno a Vicchio (FI). Sette studiosi dell'arte giottesca snocciolano le loro ultime ricerche e riflessioni sui tanti nodi storici e artistici che ancora oggi rimangono irrisolti.

Nel filmato sono riassunte brevemente le relazioni dei seguenti studiosi:

Giorgio Bonsanti (Ordinario di Storia e Tecnica del Restauro all'università di Firenze), con il suo intervento dal titolo “CIO' CHE NON SAPPIAMO DI GIOTTO”, ci illustra i pochi dati certi sull'artista e le convenzioni che gli storici dell'arte hanno adottato per circoscrivere la sua vita e il suo stile pittorico innovativo.
Alessandro Tomei (professore di Storia dell'arte medievale, Università di Chieti) con una relazione su “LE ARCHITETTURE DIPINTE NELLA LEGGENDA FRANCESCANA DI GIOTTO AD ASSISI”, affronta il tema dell'influenza dell'arte classica e dei modelli antichi sulle opere di Giotto, grazie all'analisi di alcuni celebri affreschi in cui gli edifici sono al centro della scena.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo