Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

Celeste Di Porto

Dopo la razzia del 16 ottobre 1943 nel ghetto di Roma  e l’arresto di oltre mille tra uomini donne e bambini, gli ebrei romani vivono nell’incubo di essere denunciati. Ma tutto si aspettano tranne che a tradirli sia proprio una di loro. Come la giovane e bella Celeste Di Porto, soprannominata la stella di Piazza Giudia. Un saluto, un cenno d’intesa, un’occhiata furtiva. Cosi la diciottenne ebrea Celeste Di Porto, diventa la pantera nera del ghetto di Roma, pronta a tradire per denaro i suoi correligionari. Processata nel 1947 e condannata a 12 anni di carcere Celeste Di Porto ne sconta solo tre. Nel 1948 grazie all’amnistia la pantera nera torna in libertà e fa perdere le sue tracce, fino alla notizia della sua morte nel 1981 all’età di 56 anni.

LIBRO: 16 Ottobre 1943 di Giacomo Debenedetti

LUOGO: Ghetto di Roma - Portico D’ottavia

FILM:  L’oro di Roma, di Carlo Lizzani, 1961

Celeste Di Porto
con A. Foa
di Roberto Fagiolo

si ringrazia per la collaborazione l'Archivo Storico Francesco Luigi Ferrari di Modena

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo