Benjamin: teorico della modernità

Accadde oggi - 15/07/1892

Nasce a Berlino Walter Benjamin, filosofo, scrittore, critico letterario. Assertore di una teoria critico-materialistica, contro una filosofia dell’assoluto, l’opera di Benjamin e’ volta a mettere in luce le contraddizioni celate sotto le apparenze ingannevoli della realtà. Convinzione enunciata nel saggio del 1936 “L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica”, dove nega l’unicità  dell’opera d’arte di fronte allo sviluppo di mezzi tecnici quali il cinema e la fotografia, che rendono possibile la riproduzione e, inutile la fruizione dell’originale. Vissuto nell’era della Germania hitleriana, ebreo di nascita, Benjamin e’ costretto alla fuga. Nel timore di essere catturato dalla polizia spagnola e consegnato ai nazisti, si toglie la vita il 26 settembre 1940, a Port-Bou, luogo di transito della frontiera franco-spagnola.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo