Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Benedetto XVI: la rinuncia

“Ratzinger è stato assolutamente impeccabile nell’evitare in qualsiasi modo di essere un arma contro il suo successore” è il giudizio del professor Alberto Melloni sulla scelta di Papa Benedetto XVI: le dimissioni.

Un evento accaduto solo sei volte in duemila anni di storia della Chiesa. L’ultima, seicento anni fa. Perché questa scelta?

Un viaggio nella storia di Ratzinger, dai tempi della formazione universitaria tra Tubinga e Ratisbona al suo “progressismo” nei tempi del Concilio, fino al “guardiano dell’ortodossia” negli anni di Papa Wojtyla.

Perché è proprio lui il prescelto per succedere al papa polacco? Quale Chiesa si trova a guidare? Molti si aspettano un papa “crociato” contro il relativismo.

Ma Benedetto sceglie un’altra strada, che lo porta, tra l’altro, a riannodare il dialogo con le altre religioni. Deve anche affrontare una via crucis dolorosa, quella degli scandali finanziari e del caso dei preti pedofili. Da qui, forse, anche la decisione di “rompere” un tabù di secoli con un gesto forte: le dimissioni

Benedetto XVI: la rinuncia
con Alberto Melloni
di Arnaldo Donnini

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo