Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Bella storia. Gianluca D`Agostino

L'ospite della quinta puntata di Bella Storia, il nuovo programma di Rai Storia ideato e condotto da Maurizio Costanzo, è Gianluca D’Agostino, manager di Neomobile, una delle aziende di contenuti digitali e soluzioni commerciali per la telefonia mobile in più rapida crescita in Europa.
 
Nella sua storia si mescolano eccellenza, coraggio e un pizzico d’incoscienza. Dopo anni di lavoro in un’importante azienda italiana di telefonia, in un momento storico in cui i cellulari erano per pochi (lui stesso non ne possedeva uno), Gianluca si appassiona alle potenzialità del mercato della telefonia mobile. Lascia il posto fisso per rilanciarsi come consulente, ma ben presto resta senza lavoro, con una moglie e un figlio.
È a questo punto che, tra la scelta di ritornare a far parte di un’azienda e tentare il salto nel buio di diventare imprenditore, decide per quest’ultima opportunità. Dopo aver dato vita nel 2003 alla Fusion, azienda di consulenza internazionale, nel 2007, insieme a Claudio Rossi, fonda la Neomobile, che offre una grande varietà di soluzioni per il commercio sul mobile, attraverso contenuti e servizi oggi presenti in più di 70 paesi e pensati per tutti i dispositivi: cellulari, computer e tablet.
In otto anni la sua azienda ha raggiunto fatturati dell’ordine dei 150 milioni di euro.
All’unica sede di Roma si sono affiancati altri 12 uffici nel mondo, organizzati come campus. I locali aziendali sono costituiti da "open space" in cui i dipendenti, tutti giovanissimi, possono comunicare liberamente. Su ogni piano ci sono due cabine telefoniche insonorizzate dove si può parlare tranquillamente al telefono senza disturbare i colleghi. Il piano più basso è stato adibito a zona relax con un tavolo da ping pong, il calcio balilla, un’area bar/ristorante e due docce, visto che i dipendenti possono usufruire del parco esterno per fare sport. Sulle pareti degli uffici, infine, campeggiano enormi murales raffiguranti super eroi, realizzati da un noto artista in questo campo. 
Il numero dei dipendenti è cresciuto da 12 a 300 unità, persone scelte uno ad uno da D’Agostino. È questa la sua personale scommessa sul talento e l’eccellenza, perché, sostiene, “se fosse facile, non saremmo qui!” 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo