Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

Bella storia. Annalisa Balloi

La settima puntata di "Bella Storia", il nuovo programma di RaiStoria ideato e condotto da Maurizio Costanzo, ospita Annalisa Balloi, una giovane microbiologa di origini sarde, presidente e amministratore delegato della start-up 'Micro4yoU', azienda che studia l’impiego dei batteri e dei microbi per diverse applicazioni, dalla salute delle api al restauro dei monumenti.
Un percorso di formazione eccellente, dalla laurea in Scienze Biologiche a Cagliari alla collaborazione con il CNR di Pisa e il dottorato in Microbiologia Ambientale presso la Statale di Milano. Qui, con un gruppo di ricercatori, Annalisa studia i microrganismi che vivono in simbiosi nell’intestino delle api. Mette a punto un probiotico che protegge questi insetti preziosi da alcune patologie. La scoperta straordinaria le fa guadagnare le prime migliaia di euro per fondare la start-up. 
Il probiotico, il cui brevetto è stato depositato nel 2009, è attualmente oggetto di sperimentazioni da parte di una multinazionale inglese e verrà probabilmente commercializzato nel 2017.
Nel frattempo Annalisa, mamma di un bambino di tre anni e docente di “Elementi di Biologia applicata al restauro” presso l’Accademia delle Belle Arti di Brera, dopo aver vinto i 250.000 euro del Premio Marzotto, ha rilevato un altro brevetto: un preparato costituito da batteri capaci di ripulire le opere d’arte annerite dal tempo. Il prodotto, oggi in commercio, ha già dato ottimi risultati nel restauro di parti del Duomo di Milano, del basamento della Pietà Rondanini e di aree della Chiesa di Santa Maria delle Grazie.
Ad oggi Micro4yoU, che conta 5 soci e 2 dipendenti, ha avuto numerosi riconoscimenti per l’impegno e i risultati ottenuti nel settore delle biotecnologie ambientali e nello studio dei microbi, considerati non più solo come nemici degli uomini, ma come benefici alleati.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo