Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

ADOLF HITLER: LA POLITICA DI ESPANSIONE NELL`EUROPA CENTRALE

Il filmato, tratto da un documentario realizzato dalla regista Liliana Cavani nel 1962, ricostruisce, con immagini d’epoca, la politica d’espansione della Germania nell’Europa centrale alla vigilia della seconda guerra mondiale.
Rafforzato saldamente il potere all’interno del suo paese, Hitler è deciso a conquistare nuove terre. Il 4 novembre 1937, al Palazzo della Cancelleria di Berlino, in un discorso ai comandanti in capo delle tre armi, individua nell’Austria e nella Cecoslovacchia i primi obiettivi necessari alla sopravvivenza del popolo tedesco.
Il documento ripercorre le varie tappe della forzata annessione dell’Austria alla Germania e l’inizio delle persecuzioni razziali. In Cecoslovacchia, il Führer finanzia la minoranza tedesca dei Sudeti allo scopo di provocare incidenti diplomatici. Sull’Europa appaiono le prime minacciose ombre di guerra. Il patto di Monaco nel 1938, sancisce l’annessione del territorio al Reich. La politica del compromesso non ferma i piani militari di Hitler.
A Berlino, il fascismo lega definitivamente le sue sorti al nazismo. Il ministro degli esteri italiano, Galeazzo Ciano, nel maggio del 1939, firma il Patto d’Acciaio, un’alleanza militare tra Italia e Germania che, in caso di guerra, implica l’intervento dell’una al fianco dell’altra e impedisce ad entrambe di concludere una pace separatamente.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo