Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

1956 la crisi di Suez

Una crisi internazionale che comincia con una risata: quella con cui il presidente egiziano Nasser nell’estate del 1956 annuncia la nazionalizzazione del Canale di Suez, facendo immediatamente seguire i fatti alle parole. Per l’Occidente è uno schiaffo e persino la pace è in bilico. Una storia in cui gli interessi americani, inglesi, francesi e il desiderio egiziano di diventare ago della bilancia degli equilibri medio orientali si intrecciano. 

Sono giorni in cui si rischia davvero il conflitto mondiale: Inghilterra e Francia, con Israele, arrivano ad attaccare l’Egitto per riconquistare Suez. Gli americani e i russi restano, apparentemente, alla finestra ma sarà proprio il loro lavoro dietro le quinte a portare alla risoluzione della crisi attraverso l’Onu. E l’Egitto di Nasser ne uscirà vincitore.

1956 la crisi di Suez
con prof. Gilles Pécout
di Michela Guberti

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo