Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Stalin

Stalin è stato uno dei personaggi più influenti del '900, ma è stato anche "tante cose".

Rimane nella memoria come uno dei tiranni tra i più crudeli, per aver interpretato la parte dello statista dalle mille facce capace di fiutare le opportunità storiche e di cambiare rotta politica spiazzando compagni e oppositori.

Firma il patto Molotov-Ribbentrop che lo allea di fatto con la Germania Nazista, nell’agosto del ’39.
Si allea con le forze occidentali a Yalta nel 1945.

A Stalin, al “piccolo padre" dell'intero popolo russo, bambini entusiasti - secondo lo stile demagogico prediletto dalla propaganda di regime - portano fiori e inneggiano canti.

Ma Stalin è spietato e lo è anche con i suoi più stretti collaboratori.
Come con il suo amico e compagno di partito Sergej Kirov, capo  comunista a Leningrado ucciso in un attentato forse ordinato proprio da Josif Vissarionovic Dzugasvili detto Stalin, acciaio.

L’uomo che tra imprese grandiose e crimini inauditi, contraddizioni e voltafaccia, ha dominato l'Urss per tre lunghi e drammatici decenni della storia europea e mondiale.
 

Il tempo e la storia: Stalin

di Pierluigi Tiriticco

con il prof. Giovanni Sabbatucci
 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo