Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Italiani - Pier Paolo Pasolini – Il santo infame

Più di 30 processi, decine di convocazioni in tribunale per i capi di accusa più diversi: dagli "atti impuri in luogo pubblico", nel 1949 al sequestro del film "Salò", uscito postumo nelle sale. Il racconto inedito di Rai Storia per il 40° anniversario dalla morte di Pier Paolo Pasolini, segue la vita e l’evoluzione del pensiero del grande poeta e regista italiano attraverso il suo tormentato rapporto con la giustizia.

Tra le vicende raccontate si ripercorreranno il processo al romanzo “Ragazzi di vita”, il celebre procedimento per vilipendio alla religione di stato per il film “La ricotta”, le decine di imputazioni per oscenità al film Decameron, e un’incredibile processo per rapina ai danni di un benzinaio che portò alla condanna di Pasolini.

Lo faremo con le testimonianze dirette delle persone vicine a Pasolini: il cugino poeta Nico Naldini, le amiche Adriana Asti e Dacia Maraini, colleghi come Ugo Gregoretti, e ancora con storici e ricercatori.

Ma seguiremo la biografia di Pasolini anche attraverso un narratore, Libero De Rienzo, una sorta di esploratore contemporaneo sulle tracce di Pasolini, e un’Alfa Giulietta Sprint grigio metallizzato, l'auto veloce che il poeta e regista usava per i suoi spostamenti per Roma, che attraverserà alcuni dei luoghi, reali o evocativi, legati alle vicende giudiziarie di Pasolini.

Italiani

Paolo Mieli presenta

Pier Paolo Pasolini – Il santo infame

di Daniele Ongaro, regia di Graziano Conversano

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo