Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Pablo Neruda e l`Italia

Pablo Neruda, il grande poeta cileno, nel suo peregrinare da esiliato arriva anche  in Italia. Vi soggiorna più volte, ma sarà tra il 1951 e il 1952 che vi resterà più a lungo. Il suo, però, non sarà un soggiorno facile: le conseguenze della guerra fredda e della contrapposizione tra PCI e DC - così viva in quegli anni - si abbatteranno anche su di lui. Se da un lato i comunisti lo accolgono come un eroe, dall’altro il Ministro Scelba lo vuole allontanare  dal paese. Alle fine resterà in Italia circa sei mesi, soprattutto a Capri. Nell'isola vivrà intensi momenti d'amore con la sua nuova compagna Matilde Urrutia e scriverà memorabili versi.

Parleremo di Neruda e la sua “storia Italiana” con Il prof Mauro Canali. Ad impreziosire la puntata avremo l'esclusiva intervista al Presidente emerito Giorgio Napolitano, testimone diretto di quegli eventi e amico personale di Neruda. I suoi ricordi su quell'incontro costituiscono una preziosa testimonianza inedita. Tra le altre cose, il Presidente Emerito ricorda il poeta come "un uomo di aspetto pacioso, un uomo imponente", che restò particolarmente colpito dai festeggiamenti partenopei per il Capodanno 1952. 

 

Pablo Neruda e l'Italia

con il prof. Mauro Canali

di Cosimo Calamini

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo