Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Operai anni 70

Dallo Statuto dei Lavoratori, conquistato dopo una lunga lotta nel 1970, alla “sconfitta” della marcia dei quarantamila contro gli scioperi nella Torino della Fiat, nel 1980. Dieci anni di mondo operaio e lotte sindacali ricostruiti.  

Andrea Sangiovanni, esperto di storia del movimento operaio, analizza l’evoluzione del movimento dei lavoratori: rivendicazioni, vittorie e cambiamenti della società e dei sistemi produttivi.

“Le condizioni in fabbrica – dice Sangiovanni - sono molto difficili. Ci sono condizioni di lavoro durissime e il corpo ne risente. Nasce lì la medicina del lavoro e la difesa di questo tipo di diritti. Poi c’è la questione della catena di montaggio: si diceva che era un lavoro da scimmia, un lavoro alienante. Infine, c’è una questione di lungo periodo che attraversa tutti gli anni ‘60. È una questione di dignità, la richiesta profonda di una dignità dei lavoratori che poi si tradurrà nello statuto dei lavoratori.”

Si parla anche di un fenomeno con il quale operai e sindacati devono fare i conti negli anni '70 tra sindacalisti uccisi e “compagni che sbagliano”: il terrorismo.

È un’epoca in cui un grande rilievo ha un personaggio di spicco del mondo sindacale: Luciano Lama, segretario della Cgil che si trova ad affrontare anche la stagione della contestazione al sindacato. Una contestazione che si materializza nella marcia dei 40 mila “colletti bianchi” della Fiat che sfilano a Torino, nel maggio 1980, per protestare contro gli scioperi e chiedere il diritto di andare al lavoro.

“Noi abbiamo cambiato profondamente il lavoro rispetto ad allora – conclude Sangiovanni -  Oggi abbiamo di fronte una realtà molto diversa. La cosa a cui non dovremmo rinunciare è rimettere al centro il lavoratore… Quello era lo statuto del lavoratore, non dei lavori”.

Operai anni '70
con Andrea Sangiovanni
di Leonardo Campus

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo