Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

NIKITA KRUSCIOV

Diventato a quasi sessant’anni il primo successore di Stalin, Nikita Krusciov ha rappresentato in una certa fase storica le speranze di un cambiamento dall’interno del socialismo sovietico. Sarà la repressione della rivolta ungherese, nel 1956, a deludere le aspettative del mondo intero sul segretario del Partito Comunista.
Un personaggio che il professor Ernesto Galli della Loggia analizza con Paolo Mieli a “Passato e Presente”, il programma di Rai Cultura in onda su rai3 e alle 20.30 su Rai Storia.
L'ambivalenza di Krusciov avrà modo rivelarsi anche nel corso degli anni successivi, fra episodi stupefacenti, come la protesta all’Assemblea generale delle nazioni unite e la crisi dei missili di Cuba, dopo la quale sarà estromesso e confinato in una dacia fino alla sua morte. La puntata di "Passato e presente" ripercorre la figura di questo personaggio e degli anni cruciali per l'Unione Sovietica che egli si trovò ad attraversare.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo