Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

LO STRATAGEMMA DEL CAVALLO DI TROIA

Il cavallo di Troia, probabilmente lo stratagemma più celebre della storia. Dopo dieci anni di guerra Ulisse, secondo il racconto dell’Odissea, riesce con l'inganno ad entrare dentro le mura della città.  I greci fingono di desistere dall’assedio facendo partire le loro navi ma lasciano sulla spiaggia, davanti le mura della città, un immenso cavallo di legno che al suo interno contiene però proprio Ulisse con i suoi soldati migliori. A Passato e Presente, il programma di Rai Cultura in onda su Rai 3 e su Rai Storia, Paolo Mieli ne parla con il professor Alessandro Barbero. Un inganno, appunto, ma non l’unico perché Ulisse ne era maestro: scaltro, ingegnoso, estremamente furbo, mente a compagni, re e persino agli dei. Inganni, astuzie e stratagemmi che gli permetteranno di scampare alla morte durante il suo lungo viaggio di ritorno verso Itaca. L’inganno del cavallo ce lo racconta l’Odissea e stranamente non l’Iliade che pure racconta la storia di Troia. Ma chi l’ha scritta l’Odissea? Di sicuro non Omero…

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo