Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Lo scoppio della guerra

L’attentato di Sarajevo del 28 giugno 1914, in cui perdono la vita l’erede al trono austro-ungarico  Arciduca Francesco Ferdinando e sua moglie Sofia, offre all’Austria-Ungheria il pretesto per chiudere i conti con una Serbia pericolosamente ingrandita dalle guerre balcaniche che minaccia di mettersi alla testa delle aspirazioni indipendentiste di tutte le popolazioni slave del sud.  A partire dall’invio dell’ultimatum austriaco alla Serbia il 23 luglio, un succedersi di errori di calcolo, esitazioni, rigidita` e fallimenti diplomatici portano alla dichiarazione di guerra dell’Austria alla Serbia, il 28 luglio e, nel giro di meno di una settimana, al coinvolgimento di tutte le potenze europee nel piu` terribile conflitto che il continente avesse mai conosciuto.

(da La Grande Guerra - L'Europa verso la catastrofe, di Hombert Bianchi, 1965)