Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Il Risorgimento conteso

Viene chiamato “uso pubblico della storia”. E lo hanno fatto, cercando di fare propri gli ideali, i valori e gli eroi del Risorgimento, molti personaggi della vita pubblica italiana.

Lo spiega il professor Massimo Baioni con Massimo Bernardini a “Il Tempo e la Storia”, il programma di Rai Cultura.

Prima con lo Stato liberale, poi durante il fascismo e quindi nell’Italia repubblicana, la mitologia risorgimentale è stata strattonata di qua e di là per rivendicarne l’eredità e l’esclusiva.

Così, paradossalmente, a Garibaldi è capitato di diventare prima fascista e poi comunista; ovviamente postumo.

Il Risorgimento conteso

Con Massimo Baioni

di Massimo Gamba
 

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo