Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Guerre giudaiche

Una è diventata “caput mondi”, l’altra è stata distrutta, annientata, la sua gente e i suoi tesori dispersi: è il risultato dello scontro tra due città che hanno fatto la storia del Cristianesimo, Roma e Gerusalemme. Una guerra raccontata dal professor Franco Cardini.

È il 66 dopo Cristo quando Gerusalemme e la regione della Giudea si ribellano a Roma. Gli ebrei non amano gli invasori, né le loro tasse e la corruzione che le accompagna. Sognano l’indipendenza, destinata a restare solo un’aspirazione. L’imperatore Vespasiano prima, e soprattutto il figlio Tito schiacciano con forza la rivolta: il tempio di Gerusalemme viene saccheggiato e distrutto.

Ma la vittoria di Tito non ferma le rivolte. Cinquant’anni dopo il copione si ripete sotto Traiano e ancora sotto Adriano, l’imperatore filosofo che si dimostra, però spietato con gli ebrei. Quando nel 132 dopo Cristo scoppia l’ennesima rivolta, la repressione è sanguinosa: 580 mila morti, 50 città e mille villaggi distrutti. La Giudea non esiste più. D’ora in poi si chiamerà Syria Palestina. I sopravvissuto vengono esiliati: una decisione che contribuisce a creare un fenomeno con cui il popolo ebraico farà a lungo i conti nella storia: la diaspora, la migrazione dalla propria terra.

Guerre Giudaiche
con Franco Cardini
di Giancarlo Di Giovine

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo