Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Giovanni Paolo II: l`attentato

“Santo subito”, invoca una moltitudine di fedeli dopo la morte di Giovanni Paolo II. E santo, Giovanni Paolo II lo diventa il 27 aprile 2014, insieme a Giovanni XXIII, davanti a un'affollata piazza San Pietro: la stessa che trentatré anni prima vide papa Wojtyla rimanere vittima di un attentato. È il 13 maggio 1981 mentre a bordo di un’auto scoperta benedice la folla in piazza San Pietro. Giovanni Paolo II è raggiunto da due colpi di pistola, uno dei quali lo ferisce gravemente al ventre. A sparare contro il papa è un terrorista turco Mehmet Ali Agcache viene arrestato mentre tenta di fuggire. Il papa, trasportato al Policlinico Gemelli, è sottoposto ad un intervento di oltre cinque ore. Qualche giorno dopo, il 18 maggio, il pontefice perdona il suo aggressore e consacra le sue sofferenze alla Vergine Maria. Un’invocazione che si carica subito di un grande valore simbolico: il 13 maggio è lo stesso della prima apparizione della Madonna di Fatima nel 1917. Nella puntata de Il tempo e la Storia, Massimo Bernardini con Alberto Melloni ricostruiranno – anche attraverso i documenti degli archivi Rai – quanto accadde quel giorno e chi è veramente l’attentatore del Papa. 

Il tempo e la storia. Giovanni Paolo II: l'attentato

con Alberto Melloni

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo