Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

GIOTTO E LA SCOPERTA DELLA REALTA`

partire dal suo vero nome, dal suo volto, da luogo e data di nascita. E’ il paradosso di Giotto, l’uomo che traghettò l’arte italiana dal Medioevo all’età moderna. A “Passato e Presente”, il programma di Rai Cultura in onda su Rai3 e  su Rai Storia, Paolo Mieli ne parla con il professor Lucio Villari.
La nascita di Giotto è fissata per convenzione nel 1267, probabilmente nella campagna fiorentina del Mugello, ma con un forte legame alla città di Firenze. 
Le testimonianze più importanti del suo lavoro, che raccontano molto dell'atmosfera religiosa del tempo, sono nella Basilica superiore di Assisi dove Giotto traduce in affreschi le leggende sulla vita di San Francesco, narrate da Bonaventura di Bagnoregio nella biografia ufficiale del santo del 1266.
Altra opera monumentale sono gli affreschi dalle Cappella degli Scrovegni a Padova, dove Giotto dipinge storie che attingono all'Antico Testamento, descrivono la riconciliazione di Dio con l'umanità e il percorso che l'uomo deve compiere per poter sperare nella salvezza.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo