Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Donne, casa e lavoro: storia delle colf

Il racconto dell’Italia dalla seconda metà del '900 ad oggi con gli occhi delle lavoratrici domestiche.
Un lavoro che si svolge tra le mura di casa ma che per molto tempo ha avuto difficoltà ad essere riconosciuto come una vera e propria professione.

Come sottolinea la storica Raffaella Sarti: “Il tema del lavoro domestico è importante perché per secoli, e ancora oggi molte delle persone che si spostano per lavorare, anche da un continente all’altro, trovano impiego proprio nell’ambito domestico. In questo senso la casa, che è uno spazio intimo e privato, diventa un luogo di incontro e di scambio tra gente  di diversa provenienza geografica, sociale e culturale. Inoltre il superamento del rapporto servo padrone è stato spesso considerato un banco di prova su cui misurare il progresso. Molti hanno pensato che la modernità avrebbe portato alla scomparsa dei lavoratori domestici e invece non è così”.

Il lavoro domestico infatti negli anni si è trasformato di pari passo con la società: dalla cura e la pulizia della casa, alla figura delle balie chiamate ad accudire i bambini delle famiglie più agiate, al lavoro di oggi, delle badanti, che si occupano delle persone anziane. 

Il tempo e la storia Donne, casa e lavoro: storia delle colf
di Massimo Gamba
con la prof. Raffaella Sarti

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo