Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Crash - Una violenza di genere

Esiste una violenza di genere? E la parola femminicidio è giusto adoperarla? C’è una ragione che porta alla violenza? Crash vuole dare una risposta a queste domande dedicando la puntata a uno dei fenomeni più agghiaccianti che sta attraversando il paese: la violenza sulle donne e, troppo spesso, il loro assassinio.

Esperti, attivisti, operatori sociali, giovani, ma anche persone che hanno subito o praticato la violenza contribuiranno a comporre un complesso mosaico per capire e individuare possibili soluzioni ad un problema che colpisce tutta la società moderna.
Alla base di un cosi’ grave fenomeno – dicono gli esperti – c’e’ anzitutto una questione culturale di prevaricazione e di narcisismo perverso, ma anche i media giocano un ruolo non trascurabile con il loro linguaggio vecchio e stereotipato, senza dimenticare quella che gli studiosi definiscono “la pericolosa rappresentazione della sessualità come mezzo di mercificazione”.

In Italia – documenta Crash – una donna su tre ha subito violenza e nel 90% dei casi non viene denunciata, mentre nel 2011 sono state assassinate 137 donne.

Dati allarmanti che hanno indotto l’ ONU a pretendere una posizione dura contro l’Italia dove – afferma Rashida Manjee, responsabile dei progetti di contrasto della violenza sulle donne – “il femminicidio e’ un crimine di stato tollerato dalle pubbliche istituzioni per incapacità di prevenire, proteggere e tutelare la vita delle donne…”
Evidentemente è ancora lunga la strada che l’Italia deve percorrere: il Consiglio dei Ministri ha recentemente approvato la ratifica della Convenzione di Istanbul, un accordo sovranazionale che tratteggia nuove linee guida comuni per combattere femminicidio e violenze attraverso la prevenzione culturale, la protezione della vittima e la punizione dell’autore. Concetti chiari che devono trovare presto applicazione concreta.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo