Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Crash - Io mi ricordo Cinecittà

Dal 1946 con Rossellini, De Sica, e poi Fellini, inizia la gloriosa stagione del cinema italiano, che non conoscerà crisi fino agli anni '80. Cinecittà, con i suoi studios, diventa un'imponente industria, fucina di attori e registi, ma anche di maestranze e nuove categorie professionali.
Generazioni di stuntman, attrezzisti, macchinisti, figuranti e artigiani hanno respirato l’aria di Cinecittà quando era al massimo del suo splendore, quando nei suoi teatri venivano a girare registi da tutto il mondo.
E sono proprio queste maestranze storiche ad accompagnarci in questo affascinante viaggio a ritroso attraverso i ricordi e i racconti di chi è stato un “protagonista sconosciuto” del grande cinema, diventando in alcuni casi capostipite di nuovi mestieri e abilità e contribuendo a creare le scene dei film più belli: dal neorealismo al cinema d'autore degli anni 60 e 70, dalla commedia all'italiana fino ai western di Sergio Leone.