Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Arturo Toscanini

Arturo Toscanini è tra i più grandi direttori d’orchestra di tutti i tempi. Nasce a Parma nel 1867, diventa direttore d’orchestra alla soglia dei vent’anni ai tempi dell’ultima stagione di Giuseppe Verdi; inizia così  una carriera che in settant’anni lo porterà nei più importanti teatri del mondo: la Scala di Milano, il Metropolitan di New York, l’Operà di Parigi e alla guida dei Festival di Bayreuth e Salisburgo. Ma assieme alla storia del grande musicista c’è anche quella dell’uomo che ha combattuto la sua personale battaglia contro il nazifascismo. A Il Tempo e la Storia il professore Lucio Villari ripercorre i fatti più importanti e clamorosi del dissenso di Toscanini verso il regime dopo un’iniziale condivisione del programma fascista che lo porta nel 1918 a candidarsi nei Fasci di Combattimento. Ma già prima della Marcia su Roma, tutto è finito. Toscanini giura che non metterà più piede in un teatro finché l’Italia sarà fascista; nel 1939 lascia l’Europa per gli Stati Uniti e solo a guerra finita, dopo grandi insistenze, il Maestro torna in Italia. L’appuntamento è a Milano la sera dell’11 maggio del 1946 per la riapertura della Scala ricostruita.

Il tempo e la storia Arturo Toscanini
di Pierluigi Tiriticco
con il prof. Lucio Villari

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo