Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Aldo Moro: il grande tessitore

Sono passati 36 anni dal suo assassinio e il nome di Aldo Moro è ancora fortemente legato ai suoi ultimi drammatici 55 giorni. Uno scatto fotografico lo ritrae prigioniero delle Brigate Rosse. Nato a Maglie il 23 settembre del 1916, Aldo Moro è uno dei padri costituenti della Repubblica e tra i maggiori esponenti della Democrazia Cristiana, di cui nel 1959, diventa segretario. Il 4 dicembre 1963 Moro è per la prima volta alla guida di un governo, incarico che ricoprirà in altre quattro occasioni; l’ultima nel 1976, anno in cui viene eletto presidente della DC. Nei due anni successivi lavora a formare un governo con il sostegno del Partito Comunista. Un traguardo che sembra raggiunto il 16 marzo 1978, proprio il giorno del rapimento e della strage di via Fani. Aldo Moro ha guidato la Democrazia Cristiana e il Paese per quasi due decenni nelle svolte più difficili tra consensi e anche critiche. Ma qual era la direzione in cui voleva portare l’Italia? Qual era il suo progetto politico e quanto di questo progetto Aldo Moro è riuscito a realizzare? A Il Tempo e la Storia Massimo Bernardini ne parla con il professor Agostino Giovagnoli.
 
Il Tempo e la Storia. Aldo Moro: il grande tessitore
di Roberto Fagiolo
con Agostino Giovagnoli

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo